Che tu gestisca un’azienda o sei amministratore di un condominio, oppure ti occupi di un comune o semplicemente della tua casa, Brendolan srl ha la soluzione per te. Utilizziamo diversi metodi professionali adatti a tutti i luoghi e situazioni, scegliamo le tecniche più innovative e i prodotti più sicuri per te, la tua famiglia, i tuoi animali domestici e non ultimo l’ambiente al fine di garantire un servizio preciso e meticoloso.

Come vengono eseguiti i nostri interventi di disinfestazione zanzare in casa e giardino?

  • ispezione della struttura e delle aree circostanti per determinare la portata dell’infestazione e identificare la specie dell’infestante che ha invaso la vostra proprietà al fine di capire il trattamento più idoneo da utilizzare, la correzione degli eventuali problemi di igiene.
  • trattamento ossia si tratta di intervenire con l’implementazione di una serie di misure atte all’eliminazione delle infestazioni in atto. I nostri tecnici sono in grado di valutare una serie di parametri al fine di organizzare le fasi operative in modo ottimale.
  • Il report ossia la valutazione dei risultati apportando eventuali miglioramenti necessari al programma e raccomandazioni personalizzate.

I nostri tecnici non si limitano a liberare l’ambiente da questi ospiti indesiderati, ma intraprendono una serie di azioni specifiche di natura preventiva, finalizzate ad evitare che lo spiacevole fenomeno possa ripetersi.

Le Zanzare

zanzara 1 300x229 - Disinfestazione ZanzareLe zanzare sono insetti appartenenti all’ordine dei ditteri, se ne conoscono circa 3100 specie, di cui ca. 60 presenti in Italia. Sono insetti cosmopoliti e si ritrovano in tutte le zone climatiche del mondo e probabilmente sono tra i più pericolosi e fastidiosi per l’uomo.

Vedi anche  Disinfestazioni Cimici dei Letti

L’acqua rappresenta l’ambiente naturale e fondamentale per il loro sviluppo e a seconda della specie sono in grado di svilupparsi in qualsiasi tipo di acqua: salmastra, dolce, pulita, inquinata, ecc. ad esempio Aedes albopictus (zanzara tigre) ben si è adattata all’ambiente antropico riuscendo a compiere il ciclo di sviluppo in micro-raccolte idriche anche inquinate, condizioni che, invece, limitano lo sviluppo di altre specie che preferiscono ampie raccolte d’acqua non inquinata.

La maggior parte delle specie presenti in Italia sono tutte pungenti (ematofagi) ma è soltanto l’individuo femmina a pungere in quanto il sangue è fondamentale per portare a maturazione le uova. Ogni specie di zanzara predilige pungere un solo gruppo di animali: uccelli, rettili, anfibi, mammiferi (uomo compreso) ma in mancanza delle prede preferite non disdegnano cercare ospiti alternativi. L’ematofagia può essere prevalentemente notturna nel caso di Culex pipiens e Anopheles maculipennis, oppure, diurna nel caso di Aedes albopictus.

L’interesse medico delle specie è molto elevato a causa della possibilità di trasmissione di malattie durante il pasto ematico oltre alle reazioni allergiche in post-puntura che possono manifestarsi in soggetti allergici. Un ulteriore aspetto di interesse sanitario non sempre tenuto in debita considerazione è l’impatto che la presenza di zanzare ha sulla qualità della vita.

In determinati contesti dove la presenza della zanzara tigre è massiccia e non controllata si assiste ad un importante declassamento della qualità della vita determinato dalle modifiche sulle abitudini e sugli stili di vita che l’attività della zanzara tigre induce. La lotta alle zanzare è molto complessa e necessariamente richiede un attento monitoraggio finalizzato ad individuare la specie alla base del problema e i suoi siti di sviluppo.

Vedi anche  Trattamenti Antitarlo Legno

Le malattie trasmesse dalle zanzare:

Zika: la malattia virale è trasmessa dalla puntura di zanzare infette di alcune specie appartenenti al genere Aedes. Zika, infatti, è un Flavivirus: simile al virus della febbre gialla, della dengue, dell’encefalite giapponese e dell’encefalite del Nilo occidentale.

La febbre dengue, nota anche come febbre emorragica dengue, si verifica tipicamente nelle regioni tropicali e subtropicali, soprattutto nelle aree urbane e semi-urbane, e colpisce ogni anno circa 390 milioni di persone in tutto il mondo

La febbre gialla è causata da un virus Flavivirus. La febbre gialla provoca nel mondo circa trentamila morti ogni anno, soprattutto in Africa: su duecentomila casi di infezione. Storicamente, la febbre gialla è stata una minaccia significativa per gli europei che viaggiano in tutto il mondo. I coloni europei in Africa sono morti durante le epidemie, mentre le popolazioni autoctone, che avevano acquisito l’immunità dopo secoli di esposizione, hanno subito solo la fase iniziale dell’infezione.

Febbre del Nilo occidentale. Il virus del Nilo Occidentale prende il nome dal distretto dell’Uganda dove è stato isolato per la prima volta nel 1937. Uomini, cavalli e altri mammiferi possono essere accidentalmente infettati da zanzare che si sono precedentemente nutrite col sangue di uccelli infetti, che rappresentano il vero serbatoio del virus. nel 2010 causò una grave epidemia nel Nord della Grecia e successivamente penetrò anche in Italia, che dal 2015 è il Paese europeo col maggior numero di casi segnalati all’anno.

Encefalite giapponese. L’encefalite giapponese è causata da un altro membro del genere Flavivirus e si verifica di solito nei suini e negli uccelli. Il virus viene trasmesso agli esseri umani, alle mucche e ai cavalli principalmente tramite due specie di zanzare: Culex tritaeniorhynchus e Culex vishnui. La maggior parte delle infezioni provoca sintomi lievi (febbre, mal di testa) o è addirittura asintomatica.