Che tu gestisca un’azienda o sei amministratore di un condominio, oppure ti occupi di un comune o semplicemente della tua casa, Brendolan srl ha la soluzione per te. Utilizziamo diversi metodi professionali adatti a tutti i luoghi e situazioni, scegliamo le tecniche più innovative e i prodotti più sicuri per te, la tua famiglia, i tuoi animali domestici e non ultimo l’ambiente al fine di garantire un servizio preciso e meticoloso.

SOS: Pulci e Zecche in casa

Pulci e zecche rappresentano un potenziale pericolo per la nostra salute e per i nostri animali domestici.  Le pulci sono piccoli parassiti che mordono l’animale ospite, cane e gatto, per succhiarne il sangue. Se una piccola parte di questi parassiti rimane a contatto con l’animale, una buona percentuale di essi infesta l’ambiente che l’animale condivide con i suoi co-inquilini umani creando un grave rischio di punture anche per l’uomo. Inoltre, grazie alle temperature calde presenti nelle case, questi parassiti riescono a proliferare. Una volta che le uova e le pulci si disperdono in casa, diventa difficile debellarle.

Il contatto con le pulci può provocare fastidiose reazioni allergiche anche nell’uomo, per questo motivo è importante prevenire il contatto con i nostri amici.

Le pulci sono generalmente visibili anche ad occhio nudo e sono più facilmente individuabili. Bisogna considerare che le pulci hanno l’abitudine di saltellare, quindi occorre controllare regolarmente il pelo dei nostri animali. Se le pulci solitamente si limitano a creare un fastidio, le zecche risultano assai più pericolose. Queste, infatti, possono essere trasmesse dall’animale all’uomo, con conseguenze ben più gravi.

Le zecche sono responsabili di malattie (come quella di Lyme) ed infezioni gravi e possono provocare anche febbre molto alta. I nostri amici a quattro zampe possono entrare in contatto con le zecche principalmente in montagna, ma può anche succedere nei parchi, dove sono soliti fare le proprie passeggiate. Il periodo in cui le zecche compaiono è quello dell’arrivo della bella stagione, quando il caldo umido favorisce il risveglio dal letargo di questi parassiti.

Vedi anche  Trattamenti Antitarlo Legno

Le zecche tendono ad insediarsi soprattutto nell’area della testa, del collo, a livello degli arti e negli spazi interdigitali, oppure nelle aree con meno pelo (pancia, inguine e ascelle) dove raggiungono più facilmente i vasi sanguigni. Possono restare attaccate all’animale ospite anche per diversi giorni, fino a quando sazie, si staccano per lasciarsi cadere a terra.  A differenza delle pulci, questi parassiti sono difficili da individuare, appaiono come delle lenticchie o chicchi di riso neri, man mano che assumono sangue si ispessiscono; questo li porta a gonfiarsi e ad assumere una forma tondeggiante. Una volta individuata è bene rimuoverla al più presto: la procedura va gestita con l’uso dei guanti e meglio se con l’aiuto del veterinario per evitare che parte del parassita possa rimanere sotto la cute del nostro animale.

Pulce del gatto

Pulce del gatto: Ctenocephalides felis
Pulce del gatto: Ctenocephalides felis

Descrizione
Le pulci del gatto spesso non capiscono se un ospite è adatto fino a quando non lo mordono. Se non è l’ospite giusto, se ne vanno subito. Le pulci del gatto sono lunghe e senza ali, appiattite da un lato all’altro, con lunghe zampe che consentono loro di saltare. Le pulci del gatto si differenziano da tutte le altre pulci degli animali domestici per la presenza dei pettini (ctenidi) genali e pronotali. Le pulci passano attraverso quattro fasi: uovo, larva, pupa e adulto. Le uova sono piccole e bianche. La durata di queste fasi può variare da 2 settimane a 8 mesi. L’adulto diventa attivo non appena percepisce il movimento, la pressione, il calore, il rumore o l’anidride carbonica di un animale domestico o di un essere umano, in vista di un possibile “pasto” a base di sangue. La pulce del gatto non riesce a completare il proprio ciclo vitale cibandosi solo di sangue umano. Si annidano e si sviluppano nei luoghi di riposo dell’ospite, ad esempio nella cesta di un gatto. Questo è il luogo dove le pupe spesso si fermano per raggiungere la fase adulta.

Vedi anche  Disinfestazioni Cimici dei Letti

Pulce del cane

Pulci e zecche in casa: come eliminarle con una disinfestazione?
Pulce del gatto: Ctenocephalides canis

Descrizione
Le pulci adulte del cane si nutrono del sangue di cani e gatti, e pungono l’uomo solo raramente. La pulce è un vettore della tenia del cane, Dipylidium caninum, un parassita che si trasmette anche all’uomo. L’adulto è di colore nero-bruno, ma diventa rosso dopo essersi nutrito di sangue. L’adulto di pulce del cane misura da 1 a 4 mm di lunghezza. La larva è priva di zampe, di colore bianco sporco e misura fino a 5 mm di lunghezza. Le pulci hanno un ciclo vitale di quattro fasi: uovo, larve, pupa e adulto. Le larve sono più lunghe degli adulti e si nutrono di particelle di sangue secco, escrementi e sostanze organiche. Il corpo è appiattito lateralmente, il che consente a questo insetto di spostarsi agevolmente attraverso il pelo dell’ospite. Quando il cane si gratta, le pulci riescono a rimanere attaccate all’animale mediante degli aculei che sporgono sul retro dell’insetto. Essendo in grado di saltare fino a circa 15 cm, le pulci possono spostarsi da un ospite all’altro. Possono infestare anche i prati.

Zecca marrone del cane

Pulci e zecche in casa: come eliminarle con una disinfestazione?
Zecca marrone del cane: Rhipicephalus Sanguineus

Descrizione
Di colore marrone-rossastro. Corpo ovale. La zecca del cane è una zecca a 3 ospiti, quindi deve cambiare ospite fra le 3 fasi di crescita (larva, ninfa e adulto). Essi richiedono solo tre pasti per compiere lo sviluppo completo, quindi succhiano sangue una volta sola per ciascuna fase. Si trova su cani, in canili e case e occasionalmente su flora e fauna, ma raramente sull’uomo. Nelle zone calde possono comparire numerose generazioni all’anno. Le parti del corpo più attaccate sono quelle che il cane fa fatica a raggiungere.